prima secret2018 che c'è sotto l'albero ...
L’anno che si è appena concluso ha rappresentato per l’Alpiteca un importante occasione di verifica del lavoro svolto i cui risultati, estremamente positivi, costituiscono l’incentivo per sviluppare sempre nuove iniziative. Ad iniziare dal capitolo relativo alla formazione che ha registrato un incremento notevole attraverso i progetti di base “Io Scalo a Scuola” e di perfezionamento “Tutti in Equilibrio” e per cui si prevede un ulteriore azione ampliamento dell’offerta educativa. Ancora riguardo agli aspetti didattici è stata rinnovata la convenzione con l’Università di Torino, per lo svolgimento dei tirocini curricolari da parte degli studenti della Facoltà di Scienze Motorie, ed è in programmazione una sessione di aggiornamento per gli Insegnanti di Educazione Fisica ed i responsabili delle Attività Motorie delle Scuole di ogni ordine e grado in collaborazione con l’Ufficio Educazione Motoria, Fisica e Sportiva di Cuneo. Sotto il profilo sportivo le aree di arrampicata indoor e outdoor sono state completate con l’aggiunta di ulteriori volumi ed attrezzi ed è stato rivisto il piano annuale di tracciatura per fornire da un lato utili strumenti a chi desidera avvicinarsi all’attività e dall’altro mezzi di progressione sempre più performanti per chi si allena. Parallelamente, nei locali della biblioteca Quintino Perotti è stato inaugurato il Rockafè per offrire un servizio adeguato ai frequentatori del Centro. Ma il Centro Alpiteca, anche in virtù della vicinanza con le falesie della Valle Po, non è nato anche con l’obiettivo di essere un laboratorio didattico e propedeutico per la pratica di questa bellissima disciplina in ambiente? Certo, infatti nel corso del 2015 è nato il progetto #AlpitecaRock avente come scopo la creazione di una Carta della qualità dei siti di arrampicata del Monviso attraverso l’adeguamento dei più rappresentativi settori di arrampicata presenti. In quell’occasione una prima fase di lavoro ha avuto come obiettivo la falesia della Mait di Rocciarè cui, successivamente, sono seguiti altri interventi in diverse altre strutture rocciose del Monviso. Sempre nell’insegna di #AlpitecaRock il 2018 vedrà il concretizzarsi di un inedito sito di arrampicata estivo, disegnato su un incredibile lavagna di serpentino rosso, e di una Topo-guida multilingua per la promozione dei settori oggetto di intervento. Ovviamente la location del nuovo Climbing Spot è segreta, ma si può sempre tirare ad indovinare …